Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Galleria Studio: 31 ottobre 2018

Ne avevo già sentito parlare ma non pensavo potesse essere interessante più di tanto. Immaginavo che la Galleria fosse una delle tante iniziative autocelebrative che rivelano finalità scontate. Il ricevere per appuntamento poi. Invece l'esperienza è stata un turbinio di piacevoli sorprese. Intanto rivelava raggio di luce in una delle tante oasi che si nascondono nel panorama cittadino che custodisce con sapienza angoli di cultura, nello specifico fotografica, curata con professionalità e passione da un gallerista specializzato al passo col tempo. L'illustrazione della mostra che andavamo a visitare è stata, pertanto, un’immersione nella storia della fotografia. Ogni immagine proposta ha costituito spunto per agganci ad altri fotografi e non solo. Per noi, la scoperta dei “neri” di Gianni Berengo Gardin, accostato ad Henry Cartier Bresson per il suo lirismo della sua fotografia,  che andava a superare fra i primi il trauma del dopoguerra che ancora legava il nero alle nefandezze d…

Ultimi post

Barocco netino, glamour e sul perché non ho più partecipato a un workshop da allora.

VOI, PERO’, NON SMETTETE DI SCRIVERE O DI FOTOGRAFARE.

Il coraggio di cambiare, per chi ha paura e sceglie di vivere di rendita, campando sugli allori, rimanendo fermo.

Giancarlo Torresani

A me intrigano le letture di Pippo Pappalardo.

Nino Giaramidaro (giornalista e fotografo o, a piacimento, viceversa)

Luisa Vazquez (fotografa)

Pino Ninfa (fotografo)

Santo Stefano di Camastra …in ospedale.

Oltre la “regola dei terzi” e la “spirale aurea”