Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

"Ma allora la vera arte qual è?"

Tommasino, alla domanda che il padre gli rivolge in punto di morte, «Te piace 'o presepio?» ("Ti piace il presepe?"), alla quale egli in precedenza aveva sempre risposto di no con stizzita protervia, finalmente si "scioglie" e tra le lacrime gli sussurra un laconico .
Rappresenta la scena finale in “Natale in casa Cupiello”, un'opera teatrale tragicomica scritta da Eduardo De Filippo quasi un secolo fa.
Ma durante tutta la commedia erano stati tanti i momenti in cui il padre Luca aveva posto al figlio Tommasino quella rituale domanda, ricevendone però sempre la stessa risposta coerente “un me piace'o presepio”.
E non c’è nulla di male se ognuno di noi ha dei propri gusti e preferenze. La cosa prescinde dall’acculturamento intrinseco di ciascuno. Di sicuro l’ignoranza talvolta magari potrà porre dei limiti nel capire il significato profondo di certi simbolismi o messaggi, ma questo è anche il prezzo sociale che ogni assetto socio-culturale paga per la pol…

Ultimi post

A.F.A. Sezione di Palermo – Un anno dopo

#cronachequaranteniche e Attilio Lauria

Anche Michele Buonanni ha risposto presente

Vivian Maier & Gilbert Garcin

Martedì 26 maggio è stato il turno all'AFA di Enrico Genovesi

Lettera aperta indirizzata a destinatari allocati in punti diversi dello stivale

Semplificare ad esempio con due soli termini: “non funziona”, senza soluzioni d'uscita, non può costituire un valore aggiunto

Viaggiare nell’onirico per fotografare i sogni

Prendi due e paghi uno ..... per poi “appanarsi” di fotografia