Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

"Compagni di strada, compagni di avventura, compagni di poesia" di Pippo Pappalardo.

In qualche modo si ripropone con costanza il parallelismo fra pittura e tecnica fotografica. Ripercorrendo la genesi e l’evoluzione storica della seconda, efficacemente illustrata da Giséle Freund (Fotografia e società) e alla quale si rimanda, appare evidente come entrambe le discipline ormai costituiscono strumenti per nulla in concorrenza, diversamente da quanto temuto all’origine; anzi entrambe si rivelano oggi utili, complementari ed efficaci per svolgere percorsi intrisi di tematiche concettuali e continui intenti creativi. L’immagine visiva, ieri come oggi, continua pertanto a costituire – e sempre più - una sintesi volta a manifestare con immediatezza ogni intendimento comunicativo. Virtuale o reale poco importa, purché si riescano a raggiungere gli scopi creativi sottostanti. Del resto è anche risaputo che l’autorialità, in ogni caso, prescinde dagli obiettivi e dagli intenti originari, in quanto costantemente legata ai luoghi e ai linguaggi convenzionali in uso che,

Ultimi post

Giacomo Barone – Delegato Fiaf della provincia di Palermo

Mogol & Battisti: "....... le distese azzurre e le verdi terre, le discese ardite e le risalite"

Arte moderna - “Senzapelle” all’ex Chimica Arenella

"Bambini di Sicilia" - Fotografie di Enzo Sellerio al Loggiato di San Bartolomeo

Sulle letture di Portfolio di TrapanInPhoto 2024

Lectio di Franco Lannino all'ARVIS (Associazione Arti Visive) di Palermo

“We always return” di Nella Tarantino

Preconcetti coltivati da molti sulle “Generazioni Zeta”

Palermo è Bella!

"4 X 9" - Riflessioni e Considerazioni conclusive